Agriturismo Archelao

by admin on 08/10/2013

aechelao_w500

Slideshow Mapreference Website Facebook

La visita all’agriturismo Archelao è cominciata con il pranzo, dove ho potuto gustare alcuni piatti tipici della cucina tradizionale sarda; fra l’altro, tutti i prodotti serviti nel ristorante dell’azienda agrituristica, quali: insaccati, pasta, olio d’oliva, vino, carni, formaggi, frutta, verdura, conserve e dolci, vengono prodotti interamente nella fattoria dell’agriturismo stesso.

Dopo il pranzo, gentilmente offerto dal Sig. Dessì, abbiamo cominciato la visita dell’azienda e per prima cosa, abbiamo visto l’agrumeto ed il frutteto da cui l’azienda raccoglie i frutti per la produzione di vari tipi di marmellata tra cui (pere, mele, arance, albicocche, susine,ecc.).  Anche se non viene praticata l’agricoltura biologica, non vengono utilizzati fitofarmaci ad ampio spettro, bensì soltanto fitofarmaci selettivi, ovvero: se le piante e i loro fiori, vengono attaccati dagli insetti, l’azienda richiede l’intervento dell’ente per lo Sviluppo dell’Agricoltura in Sardegna ( LAORE) , che manda alcuni dipendenti, i quali provvedono al  riconoscimento dell’insetto dannoso per le piante e danno delle utili indicazioni sul fitofarmaco da utilizzare, per debellare solo gli insetti nocivi e non quelli utili; Inoltre, il signor Dessì, adopera questo tipo di trattamnto solo in caso di forte infestazione e (cosa molto importante), soltanto sui fiori o sui frutti quando sono ancora molto piccoli, di modo che, quando i frutti giungono a maturazione, sono ormai privi dei residui del fitofarmaco utilizzato, che sparisce gradualmente dopo circa dieci giorni dal trattamento.

Siamo passati poi ai recinti dove vengono allevati gli animali tra cui: vitelli da carne, asinelli, maiali, e qualche cavallino sardo. L’allevamento è completamente biologico infatti il Sig. Dessì, alleva i suoi animali solo ed esclusivamente con granaglie (orzo, grano, favette, piselli e granturco), che compra direttamente dall’agricoltore e che macina in azienda. C’era anche un pascolo brado di pecore e capre da cui l’azienda ricava il latte per produrre formaggi freschi, stagionati e semicotti.

La visita è proseguita al mini-mattatoio in costruzione, fortemente voluto da Sig. Dessì affinché gli animali vengano macellati sul posto, evitando tutti gli inconvenienti del trasporto.

Subito dopo ci siamo spostati nei locali che per il momento sono adibiti alla trasformazione e alla conservazione dei prodotti dell’azienda. A questo punto il Sig. Dessì ci ha condotti nella cantina dove, oltre al vino, vengono conservati i formaggi, i prosciutti, i frutti, le marmellate e l’olio extravergine d’oliva. La caratteristica peculiare di quest’ambiente era il profumo della frutta, che secondo il signor Dessì, riusciva ad aromatizzare anche i prosciutti e i formaggi, conferendogli un particolare gusto dolce e fruttato.

Anche quest’azienda agricola ( come tante altre in Sardegna) è una fattoria didattica ed è nata con lo scopo principale di avvicinare e sensibilizzare i bambini e i giovani alla vita di campagna, attraverso percorsi didattici di sperimentazione personale.  La conoscenza del mondo contadino sta diminuendo e attraverso itinerari educativi e divertenti si spera che in futuro, questo patrimonio di conoscenze del mondo rurale non venga dimenticato ma piuttosto rivalutato.

L’azienda , a tale scopo offre vari ed interessanti  percorsi didattici tra cui:

  1. I colori della natura
  2. Le foglie
  3. Alla scoperta dei sapori e degli odori
  4. L’irrigazione dei campi
  5. Lotta ai parassiti (biologico integrato)
  6. Gli animali della fattoria
  7. Il ciclo del latte

Per concludere, abbiamo visitato un altro edificio in costruzione e per questo motivo possiamo definire quest’azienda in espansione, soprattutto grazie all’entusiasmo del Sig. Dessì e dei suoi collaboratori; tutte persone capaci di gestire e di portare avanti un’azienda così grande, in maniera creativa ed innovativa.

In altre parole l’azienda Archelao “ ci ha convinti ”. Un ringraziamento particolare va al Signor Sandro Dessì, per la sua ospitalità e disponibilità; ci ha dimostrato di essere un imprenditore attento, non soltanto al benessere della sua azienda agricola, ma anche a quello dei suoi dipendenti, impegnandosi  direttamente nella ricerca di uno “sviluppo sostenibile” dell’azienda stessa, alternativo alle dinamiche della crescita consumistica del mercato capitalista.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Comment

Previous post:

Next post: