In una proprietà terriera appartenente a quattro fratelli, la famiglia di uno dei proprietari in località Ciocciole di Capalbio ha dato inizio all’allevamento delle lumache. Abbiamo visitato la famiglia che ha avviato questo allevamento di Helix Aspersa solo da qualche […]
" />

Allevamento di lumache

by admin on 01/11/2016

chiocciola_w500

Slideshow Mapreference Website Facebook

In una proprietà terriera appartenente a quattro fratelli, la famiglia di uno dei proprietari in località Ciocciole di Capalbio ha dato inizio all’allevamento delle lumache. Abbiamo visitato la famiglia che ha avviato questo allevamento di Helix Aspersa solo da qualche mese (maggio 2016). Si tratta di un piccolo allevamento che si trova in località Ciocciole di Capalbio, in un campo non fertile. La famiglia ha seguito un corso di elicicoltura in un Istituto di Elicicoltura a Cherasco prima di iniziare questa esperienza.

Le pareti dei recinti nei quali si allevano le lumache sono a forma di parallelepipedo. Questi recinti sono costruiti con una reticella molto stretta i cui bordi superiori ed inferiori sono ripiegati verso l’interno per impedire che le lumache possano uscire da sopra o da sotto il recinto.

Le lumache vanno in letargo a novembre scavando una tana sotto terra e poi escono dal letargo per nutrirsi a marzo. I proprietari hanno piantato le cicorie e i cavoli all’interno dei recinti per fornire loro cibo immediato, ma all’esterno dei recinti vengono coltivati anche i girasoli e i peperoncini di cui questi molluschi terrestri sono ghiotti.

La raccolta delle lumache comincia a giugno del prossimo anno, quando i loro gusci saranno abbastanza duri.

Quando vanno in letargo, i proprietari tagliano tutte le piante dentro recinti, lasciandole sporgere solo dal suolo per 5 cm. Comunque, ci hanno spiegato che è già cominciata la preparazione di un campo adiacente dove le lumache saranno trasferite a marzo così che possano mangiare le nuove piante.

La famiglia progetta di raccogliere le lumache a mano a giugno l’anno prossimo quando i loro gusci saranno abbastanza duri. Inoltre, siccome nell’allevamento delle lumache si assiste sempre ad un’alta percentuale di mortalità, la famiglia cerca di integrare le perdite rispondendo anche alla richiesta crescente del mercato farmaceutico di un altro prodotto delle lumache: la bava. Infatti dalla bava di questi animali si ricavano principi terapeutici usati dalla industria farmaceutica e della cosmetica.

L’Istituto di Elicicoltura di Cherasco ha creato una macchinetta per estrarre la bava senza ferire le lumache. Quindi, prima di vendere le lumache, la bava viene estratta così che questa famiglia avrà un reddito ulteriore dalla vendita di questo prodotto

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Comment

Previous post:

Next post: